Da Gregorio: La Piazzetta del gusto con vista sui Faraglioni

Il passato, il presente e il futuro della Marina Piccola scorrono veloci, come onde che s’infrangono sullo scoglio delle Sirene, parlando con Gregorio e Luigi Acampora, padre e figlio, titolari del “Ristorante La Piazzetta”. Quel borgo di pescatori che fu l’approdo alla fine dell’ottocento del poeta-filosofo August Weber che vi fondò la Strandpension, è stato sempre un punto di riferimento dell’ospitalità e della gastronomia caprese.

 

A partire degli anni trenta la cucina mulese-sirenica divenne il desiderio recondito di una nobiltà eccentrica europea che lanciò la moda dei bagni di mare e di sole. L’isola d’inverno si trasformò nell’isola delle spiagge assolate. La bella Margherita Mellino, la sensuale sirena di Marina Piccola, tante cuoche isolane e straniere, ricordiamo la solare Gloria Magnus, deliziarono il palato di artisti e principi, facendo entrare quel luogo nel mito.

 

Lo capì bene la cantante inglese Gracie Fields che dopo la seconda guerra mondiale, creò la “Canzone del Mare”, approdo raffinato e felice della Dolce Vita caprese e dell’eccentrico jet sets internazionale.

E’ proprio qui che Gregorio, nel 1978 inizia la sua avventura a Marina Piccola “Erano anni dorati – ricorda Gregorio – Avevo lavorato al Grand Hotel Quisisana e venivo dalla scuola dei grandi maitres capresi che mi hanno insegnato l’arte dell’ospitalità, sempre un passo indietro, mai invadenti ma sempre vigili e attenti

 

Nel 2000 Gregorio apre a Marina Piccola un ristorante con vista sui Faraglioni: “alla Piazzetta – continua Gregorio – i clienti riconquistano a tavola la gioia di gustare il cibo lentamente, di parlare a tavola senza stress

Questa idea del gioioso simposio caprese sul mare ha trovato nel giovane Luigi, un degno erede.

 

Luigi ha creato annesso al ristorante un lounge bar sirenico che riesce a sublimare lo stile caprese con linee architettoniche moderne ed innovative “Ho voluto creare questo spazio colorato ed innovativo per i giovani di Capri e spero di organizzare in questo locale che si apre sule mare eventi culturali e di moda“.

 

Ma è sul cibo che il confronto tra padre e figlio diventa più interessante. La passione di Luigi è la cucina e l’elaborazione di nuove pietanze che hanno come punto di riferimento la millenaria cucina isolana.

 

Nel corso degli ultimi decenni i buongustai di tutto il mondo si sono deliziati con i piatti cult di Gregorio. Nel ricchissimo menù non mancano mai i ravioli della casa e gli scialatielli allo scoglio con fiori di zucca e vongole sempre accompagnati da vini scelti di tutte le regioni della penisola.

La nuova cucina di Luigi spazia dal Raviolone di ricotta di bufala e gamberi con pomodorini gialli e rossi ai tagliolini al nero con seppie, pomodori gialli e polvere di pistacchi dallo Spaghettone peperoncino verde e cozze alla Calamarata con pomodori secchi e pane raffermo alle erbe capresi.

 

Il ristorante La Piazzetta si apre in un luogo simbolo che dagli anni 90 è stato dedicato a Totò, che amava la Piccola Marina e i suoi personaggi. Quindi, non vi meravigliate quando tra una pietanza e l’altra, nel gustare il nettare di Bacco vi sembrerà di vedere il Genius Loci del Principe che vi sorride felice.

a cura di Renato Esposito
admin

admin

comments

Comments

related posts

prenota la tua vacanza a capri, senza commissioni.

Guida per la tua vacanza a Capri, con itinerari e approfondimenti per il tuo soggiorno sull'Isola.