Una automobile che ha fatto storia con il nome del Salotto del Mondo

Il nome della nostra isola, il Salotto del Mondo, ha girato e continua a girare il mondo, utilizzato in molteplici modi come alberghi, ristoranti, strade, palazzi e oggetti d’ogni genere. In ogni caso, semanticamente ha sempre legato a sé un significato pari al prestigio, eleganza, lusso, elementi tendenti a identificare un’elevata qualità di prodotto.
In molti casi, il nome “Capri” ha fatto storia, come è accaduto nel settore automobilistico, legato ad una scelta della Ford, che a partire dal 1969 mise in produzione una coupè di gran successo in Europa: “La macchina che ti eri sempre promesso!” Questo è lo slogan con cui l’azienda lanciò la sua coupè Capri. Un claim azzeccato, perché la nuova Ford coniugava una linea spettacolare e grintosa con un costo di acquisto e manutenzione da normale berlina.
Il padre di famiglia poteva così soddisfare il proprio ego senza troppi sacrifici in termini di abitabilità e bagagliaio; probabilmente anche gli altri componenti del nucleo familiare accettavano di buon grado qualche rinuncia a favore di una vettura che costituiva un ottimo “status symbol” di cui il nome ne è pienamente parte.

In America aveva sfondato la Mustang, mentre per il vecchio continente l’azienda pensò ad un prodotto più adatto al mercato europeo; l’obiettivo era creare un’automobile di vasta diffusione, abitabilità per più di due persone, ampio bagagliaio e prezzi accessibili. La base stilistica furono la bellissima Taunus GT tedesca e la GBX inglese, mentre il nome “Capri” fu ripreso dalla versione cabrio della Consul 315.
Il primo rinnovamento estetico importante risale al 1974, avvicinandola ad una berlina “quasi” normale, mentre il secondo cambiamento avviene nel 1978, trasformandola, con numerosi accorgimenti, in una vettura moderna ed accattivante. Ci fu, poi, per gli amanti della velocità, anche una versione da corsa, la “Capri Rs 2600”.
Il mix di design-prezzo portò al successo la Ford “Capri” che rimase in produzione fino al 1985, protagonista anche di una serie di telefilm dal titolo “I Professional”, alcuni anni fa in onda su TeleMonteCarlo. A distanza di vent’anni, la Ford pensò di riutilizzare il nome “Capri” per una vettura coupè che uscì nel 2005, l’ultima erede storica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.