L’eleganza è di casa a Capri: conosciamo il progetto Origen

Il duo composto da Carlo Boccuccia e Gonzalo Gomez ha scelto l’isola per l’apertura del loro secondo punto vendita

La storia di Capri e quella della moda hanno avuto più punti di contatto nel tempo. Il più significativo è stato sicuramente l’evento Mare Moda Capri, nato nel 1967 e diventato uno dei più apprezzati della moda italiana. Una kermesse straordinaria che, negli anni d’oro, riuniva il mondo della moda internazionale, e che trasformava l’isola in una grandissima passerella. Molte sono state le sfilate organizzate in cornici d’eccezione: dal Grand Hotel Quisisana alla Certosa di San Giacomo, da Anacapri a Marina Piccola. Mare Moda Capri terminò nel 1978, ma ha lasciato il suo ricordo nella memoria di chi vi ha partecipato e dell’isola tutta. Anche se il tempo di quel grande evento è ormai lontano, lo stile e il gusto per l’eleganza a Capri non hanno mai cessato di esistere; oggi ascoltiamo la testimonianza di Carlo Boccuccia il quale, assieme al socio e amico Gonzalo Gomez, ha fondato il brand Origen, scegliendo proprio la nostra isola per l’apertura di un nuovo punto vendita.

Quando e come nasce l’idea di Origen?

“Prima di creare Origen ho avuto altri brand; lavoro in questo settore da ormai 12 anni. Nel 2019 ho deciso di lanciare un nuovo marchio, assieme al mio socio Gonzalo Gomez. L’idea di fondo era quella di voler colmare una lacuna: quella dell’abbigliamento maschile, che è sempre messo in secondo piano. La nostra caratteristica è quella di lavorare unicamente con tessuti naturali, come lino, cotone e cachemire. Dal punto di vista delle collezioni, siamo orientati soprattutto all’estate, e anche per questo abbiamo deciso di aprire il punto vendita a Capri, dopo quello di Ponza: crediamo che la tipica spensieratezza che ci si gode durante le vacanze sia il mood ideale per regalarsi un nuovo capo elegante e originale. Oltre ad abbigliamento uomo realizziamo anche accessori come borse, zaini, realizzati con pelli unicamente made in Italy”.

Cosa vi ispira quotidianamente per la creazione dei vostri capi?

“Sicuramente grandissime fonti di ispirazione per noi sono il mare e la natura. Anche da questo deriva la nostra scelta di essere legati alle isole, proprio perché, nel pensare le nostre collezioni, desideriamo creare modelli che regalino comodità a chi li indossa, che permettano di vivere il mare e la natura, ma sempre con stile ed eleganza.
Il brand è attualmente molto in linea con questo momento storico della moda, in cui è sorta la volontà di fare un passo indietro, stando maggiormente attenti alle tematiche che ruotano attorno alla sostenibilità. Anche nella creazione degli abiti si riflette questo desiderio di ritorno alla natura, e molti grandi marchi fanno largo uso di motivi naturali ispirati alla flora e alla fauna. Noi nasciamo esplicitamente come marchio ecosostenibile: utilizziamo materiali come plastica riciclata, cotone organico, insomma materiali che rispettano l’ambiente”.

La scelta di aprire punti vendita sull’isola è dunque legata sia al preciso target a cui mirate, sia allo stile che pervade le vostre creazioni; ma come mai, fra le tante, proprio Capri?

“E’ partito tutto dall’Isola di Ponza, dove abbiamo aperto il primo punto vendita, perché fin da piccolo, essendo romano, ci andavo con la mia famiglia in barca d’estate; è un’isola dove si respira un’aria particolare, un’esplosione della natura più selvaggia, e ha dato grande ispirazione alla nascita del brand. Uno dei motivi per cui in seguito abbiamo scelto Capri è perché il mio socio la conosce bene; inoltre io, pur essendo romano, ho sempre avuto un grande amore per quest’isola. Infine abbiamo realizzato un modello di costume, che si chiama Sami, che si ispira agli anni ‘60, anni in cui, come sappiamo, la moda a Capri era al suo apice. Per tutti questi motivi ci sono molte connessioni fra noi e l’isola”.

A quale tipologia di clientela vi rivolgete?

“La maggioranza della nostra clientela è sicuramente italiana, ma vi è anche una grande fetta di clienti stranieri, in particolare in Svizzera, Francia e Germania. E’ una clientela che ci raggiunge essenzialmente grazie alla possibilità di acquistare i nostri prodotti attraverso i canali online; grazie al punto vendita qui sull’isola invece i nostri lavori sono stati apprezzati da molti turisti americani, che rimangono affascinati dal brand e speriamo lo facciano conoscere oltreoceano”.

Quali saranno i vostri progetti futuri?

“Abbiamo in cantiere la realizzazione di nuovi capi prodotti con uno dei materiali che più ci caratterizza, il Cotone Terry, ovvero un cotone spugnato con cui abbiamo realizzato i nostri capi più iconici. A breve lanceremo una collezione di pantaloni e camicie completamente in questo tessuto molto fresco e confortevole. Questo progetto in realtà è posto in continuità con la nostra mission di utilizzare materiali ecosostenibili, tessuti naturali organici e ipoallergenici. Dal punto di vista delle nuove aperture, vorremmo iniziare ad esplorare il mercato americano aprendo lì un punto vendita il prossimo anno”.

a cura di Stefano D’Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.